Buone Vacanze

Ricordatevi che le vacanze sono soprattutto riposo e relax. Rilassarsi, staccare dalla routine quotidiana, dimenticare l’agenda piena di appuntamenti, sgravarsi dai mille impegni che incombono su di noi undici mesi l’anno. Non ritrovarsi dopo due settimane a desiderare il ritmo quotidiano dettato dal lavoro perché si vorrebbero fare e vedere troppe cose. Con un carnet ricco, spesso si perde di vista il fine ultimo, o primo, delle vacanze. Come prepararsi a una vacanza rigenerante? Alcuni suggerimenti possono essere utili per non ricadere negli automatismi di tutti i giorni. Qualsiasi cosa decidiate di fare, ricordatevi che è l’atteggiamento con il quale affrontate le vacanze a fare la differenza. Vacanza significa riposo, fisico e mentale. Il che vuol dire necessariamente, starsene per tre, quattro settimane di fila stesi al sole su una stradio. Significa scegliere qualcosa che vi dà un senso di pace, di tranquillità, di evasione mentale. Qualcosa che vi fa sognare, vi stimola, vi fa sentire liberi, padroni assoluti del vostro tempo e delle vostre azioni. Ma la vacanza è prendersi cura di sé, viziarsi. Togliersi i panni seriosi e lasciarsi andare. Scegliete una, due delle cose che vi piacerebbe fare e dedicategli tutto il tempo che occorre per assaporarne il piacere, il benessere che vi possono dare. Saranno proprio questi momenti di assoluta libertà e di relax, mentale, a darvi quella carica che vi tornerà utile anche nel corso dell’anno di lavoro che vi aspetta. Qualunque sia la vacanza che avete scelto, provate a mettere in pratica questi 6 consigli: vi aiuteranno a passare un periodo più rilassante e ad aggiustare il tiro se qualcosa non va.

  1. Abbandonare il dovere per il piacere: imparate a distinguere tra quello che veramente volete fare da quello che pensate dovreste fare.
  2. Ascoltate voi stessi e le vostre esigenze più profonde. Se volete dormire fino a mezzogiorno fatelo, se avete bisogno di correre o di una notte brava in discoteca, non esitate.
  3. Dedicate nel corso della giornata almeno 20 – 30 minuti tutto e solo per voi ascoltando musica e ammirando un bel panorama.
  4. Create dei riti positivi. Dedicate del tempo per la prima colazione, iniziate la giornata con tutta calma.
  5. Dedicate del tempo alla cura del vostro corpo. Ci aiuta a ritrovare il contatto con il nostro corpo, dunque con noi stessi.
  6. Cogliete l’attimo e non pensate a quando la vacanza sarà finita. Saper godere del  qui e ora ci insegna anche a cogliere i momenti positivi nel resto dell’anno.

Per i maratoneti iscritti al Running Center Club Torino, il Trainer Donato suggerisce di correre (caldo permettendo) 12 – 16 km di corsa lenta massimo chè corsa media di 4 – 6 km in tutto, e arrivare in forma al km 3 del Valentino (ritrovo podistico) intorno al 20 agosto e continuare la preparazione alla maratona autunnale con la valutazione e il controllo dell’allenamento e le ripetute, il tutto sotto l’occhio vigile del Coach Donato.

Buone Vacanze, Donato D’Auria